Er compagno scompagno

  • PDF

Un Gatto, che faceva er socialista
solo allo scopo d'arivà in un posto,
se stava lavoranno un pollo arrosto
ne la cucina d'un capitalista.

Quanno da un finestrino su per aria
s'affacciò un antro Gatto: - Amico mio,
pensa - je disse - che ce so' pur'io
ch'appartengo a la classe proletaria!

Io che conosco bene l'idee te
so' certo che quer pollo che te magni,
se vengo giù. sarà diviso in due:
mezzo a te, mezzo a me...Semo compagni!

- No, no: - rispose er Gatto senza core
io nun divido gnente co' nessuno:
fo er socialista quanno sto a diggiuno,
ma quanno magno so' conservatore!


Carlo Alberto Salustri