L'azzardo

  • PDF

  • 86 miliardi di euro, terza impresa dopo Eni e Fiat
  • 10%, cioè 8,6 miliardi il guadagno dello stato
  • Al primo posto in Europa e terzo paese al mondo
  • 100.000 i casi di patologia stimati, 800.000 quelli potenziali e 2 milioni gli "utenti" a rischio
  • 1.260 euro la spesa procapite annuale, tre volte più che negli Stati Uniti, paese di Las Vegas

Senza parlare dell'illegalità e delle infiltrazioni criminali.

Di cosa sto parlando? Del gioco d'azzardo legale, e sottolineo LEGALE, in Italia. E questi sono dati relativi al 2011, quando la tendenza era e continuava ad essere verso un incremento.

Siamo il paese dove ai poveracci viene non solo lasciata, ma addirittura sollecitata (salvo aggiungere la raccomandazione "gioca con moderazione"), come unica speranza la vincita eccezionale al gioco (lotterie, gratta e vinci, videopoker...)

E lo stato impone la sua tassa, il 10%, 8,6 miliardi, anche sulla speranza.

Perché parlo di questo oggi? Perché chi giustifica è un cretino, ma chi non si pone delle domande sul perché certe cose accadano e, soprattutto se politico, non cerca di far in modo di cambiarle, lo è anche di più.

Pier