Pessimismo

  • PDF

Questa mattina, mi sono svegliato con una profonda vena di pessimismo in testa. Me ne scuso, ma è così e non può non influenzare questo mio commento odierno.

Oggi è il giorno della rotazione della Costa Concordia, la nave del tragico "inchino" all'Isola del Giglio del "comandante" (?) Schettino. 

Su Rai Uno il commentatore sollecitava Marcello Sorgi, editorialista della Stampa, con la metafora della nave Concordia come l'Italia. Il bravo Sorgi rispondeva che la metafora era sicuramente stimolante, ma non completamente calzante, in quanto la Concordia è una nave che è affondata metre l'Italia no.

Ma ne siamo sicuri?

Non è che è affondata ma abbiamo fatto finta di nulla perché, come sul Titanic, l'orchestrina continuava a suonare. O, come sulla stessa Concordia, gli altoparlanti e personale di bordo continuavano a ripetere che tutto era sotto controllo e invitavano i passeggeri a tornare in cabina.

Avete letto i dati sulla disoccupazione giovanile diffusi nei giorni scorsi?

Chissà?

Pier