Risveglio

  • PDF

Questa mattina ho pubblicato foto e citazioni in face book di Hollande, ho, pur con alcune precisazioni, ho esultato e inneggiato ai socialisti e alla sinistra insieme a migliaia e migliaia di altri. Ho pensato: «Vedrai che con Hollande presidente tutto cambia».

Poi, mi son svegliato e mi sono accorto:

  • che in Italia il presidente non è Hollande, ma sempre Monti. Quello che faceva i vertici a tre con Merkel e Sarkozy
  • che il PD, unico partito che in parlamento rappresenta la sinistra (sic), continua a sostenere il governo Monti insieme a PdL e Terzo Polo
  • che il PD, non più tardi di qualche giorno fa, ha votato la modifica dell'art. 81 della Costituzione introducendo l'obbligo del pareggio di bilancio. Cosa lontana anni luce dal programma di sinistra e socialista di Hollande
  • che la sinistra, in Italia, è sempre divisa e continua a cadere nel trabocchetto della sinistra radicale, cattiva, e della sinistra riformista, buona
  • che, anche dove vince, la sinistra non è rossa, come in Francia, ma arancione e un po' sbiadita
  • e che l'antipolitica e il populismo travolgerà tutto.

Ma tanto, sono certo, tutto si concentrerà nell'esultanza per la scomparsa del PdL e si andrà avanti così, facendo finta di nulla.

Chi vorrà, potrà continuare a dormire indisturbato.

Pier