Roghi di libri, roghi di uomini

  • PDF

Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti , ma perché nessuno sia più schiavo.
Gianni Rodari

Il 10 maggio del 1933, a Berlino, nella piazza del Teatro dell'Opera, i nazisti organizzarono un gigantesco rogo nel quale bruciarono migliaia di libri. Nella stessa serata roghi simili si svolsero in altre città tedesche, raccontati da Radio Germania. Il rogo di Berlino fu organizzato con estrema attenzione poiché doveva essere un esempio per il Reich. L'evento assunse i caratteri di una cerimonia ufficiale, quasi religiosa. Furono curati gli aspetti scenici, le musiche, i canti, l'illuminazione. I libri erano accompagnati da una marcia alla quale presero parte i professori in toga, gli studenti, soldati delle SA e delle SS. I libri furono trasportati da camion e quindi cosparsi di benzina e arsi con l'aiuto di tecnici e pompieri.

Leggi tutto...

Le biografie sbagliate

  • PDF


STASCIONVEGON, a cui hanno pignorato anche il nome

 

Mentre cammina nel buio della notte, l’uomo che trascina tutti i propri averi potrebbe sembrare un uomo triste. In un pacchetto ben confezionato all’altezza del cuore tiene la memoria dei suoi successi ed è l’avere a cui tiene di più. Le sue battaglie perdute ce le ha scritte in faccia e tiene molto anche a quelle. Almeno ha combattuto, prima di perdere tutto. Cammina come se stesse andando via per sempre, ma non possiede nemmeno un posto da abbandonare e percepisce tutta l’enormità di una sconfitta che lo umilia agli occhi di coloro che si prendano ancora la briga di osservarlo. Eppure non è del tutto infelice perché la sua bancarotta in fondo gli ha permesso di dismettere una vita che probabilmente non era nemmeno per lui. L’ha tentato l’esperimento, e gli è scoppiata in mano la provetta. Ma la soddisfazione di non aver perso senza lottare non lo abbandona mai e lo rende filosofo. E la bancarotta prevede la remissione dei debiti e la possibilità di ripartire; da zero assoluto, è vero, ma in fondo questo è l’unico modo per ri-partire, così come si dice “partire” quando si arriva nudi su questa terra; si tratta di ripartire e solo l’esperienza , una ricchezza insostituibile, è la bussola in dotazione. A volte si persuade che la sua, in fondo, sia stata una libera scelta: giusta o sbagliata, chi può dirlo con certezza?

 

Leggi tutto...

La scommessa della decrescita

  • PDF


Cos’è la decrescita?

L’ecologia è sovversiva poiché mette in discussione l’immaginario capitalista dominante. Ne contesta l’assunto fondamentale secondo cui il nostro orizzonte è il continuo aumento della produzione e dei consumi. L’ecologia mette in luce l’impatto catastrofico della logica capitalistica sull’ambiente naturale e sulla vita degli esseri umani.

CORNELIUS CASTORIADIS

Leggi tutto...

Rapsodia irachena

  • PDF

Nota dell’Autore

L’alfabeto arabo è composto da ventotto lettere, metà delle quali sono insiemi di due o tre lettere con la stessa forma grafica, ma con variazioni di uno, due o tre punti diacritici che indicano la diversa pronuncia fonetica. All’interno di ogni parola, le lettere sono scritte in modo differente a seconda della loro posizione (inizio, metà o fine).

Inizialmente, testi e iscrizioni venivano redatti senza punti diacritici e il significato veniva desunto dal contesto e dalla sintassi. In seguito, per eliminare l’ambiguità nella lettura di certe lettere, nella scrittura araba furono inseriti i punti e segni diacritici.

Leggi tutto...

Ô ma mémoire. La poésie, ma nécessité

  • PDF

Quatre-vingt-huit. 88. Chiffres doubles dont chacun, placé horizontalement, figure la plus implacabile des apories: l’infini. Je les perçois aujourd’hui comme un appel, pisqu’ils correspondent au cap que je viens de franchir, celui de mes quatre-vingt-huit ans.

Il est temps de m’interroger sur ce qui vit en moi de plus significatif. Sur ce qui, par-delà mes engagements biographiques liés aux circostances de l’histoire, à la profession de diplomate, à ce sentiment de responsabilità pour un monde en péril, constitue le fond de ma confiance en moi: le goût de la poésie.

Leggi tutto...

La mummia della repubblica. Storia di Mazzini imbalsamato

  • PDF

Il comodino di Pier nasce un po' di tempo fa, in facebook, come spazio in cui condividevo letture, consigli di lettura e spunti di riflessione con amiche e amici.

La traduzione, in maniera virtuale, del mio comodino reale insomma, con tutti i suoi libri, giornali e riviste.

Ho pensato di riportarlo anche qui nello spazio dedicato ai libri.

Leggi tutto...