Macchina del fango della Moratti su Pisapia

  • PDF

Ecco i fatti, relativi agli anni di piombo. Uno: l'arresto di Pisapia con l'accusa per banda armata e il progetto di un sequestro di persona: si trattò di un errore giudiziario, e Pisapia non venne nemmeno processato. Due: l'accusa di concorso morale nel furto di un furgone, di cui parlarono con i magistrati i pentiti del terrorismo, Sandalo e Barbieri. Pisapia, assolto per insufficienza di prove in primo grado, potè usufruire dell'amnistia, ma in appello venne assolto per non aver commesso il fatto. Questo lo ha chiarito Pisapia fornendo le carte dopo la trasmissione tv. Letizia Moratti ha detto una cosa non vera: chi accusa deve avere le prove, altrimenti chieda scusa. Si giudica sulla nuda e implacabile verità dei fatti. E i fatti, in questo caso, danno ragione a Pisapia.

Giangiacomo Schiavi

Corriere della Sera