Il male minore

  • PDF

Dal blog di un amico. Non posso che condividere.

La Terza Repubblica, sia avvia ad essere ben peggiore della Seconda. Non solo mancanza della politica, ora, purtroppo, il rischio è che venga meno anche la democrazia.

O, certo, non formalmente, ci manchrebbe, ma è la sostanza ciò che conta. E' la scelta del male minore, come ci ricorda Alberto Capece Minutolo, che si traduce in resa di fronte ad un "potere" che è altro - e si può permettere altro - da noi, dai cittadini, dal popolo.

Pure, l'art. 1 della nostra Costituzione afferma che quel potere, quella sovranità, appartiene a noi e a noi soltanto.

Pier

Il male minore. Ormai da anni se non da decenni questa è diventato il sentiero interrotto della politica: ogni cosa si sceglie non perché vi si intraveda un bene, ma semplicemente perché è meno dannosa di altre o tale viene spesso ingannevolmente ritenuta.

E anche oggi ci troviamo di fronte all'ennesimo caso di male minore: meglio tacere sulla vicenda Napolitano, meglio un fuoco di sbarramento e dopo il silenzio per non essere costretti ad affrontare i nodi oscuri della repubblica, quella piaga della trattativa tra mafia e stato che non riesce né a rimarginarsi, né ad apparire così grave da richiedere cure radicali. Si meglio tacere, lasciar passare la buriana, dire che il presidente della Repubblica che per inciso è anche il presidente del Csm, è intoccabile, che le sua "suasion" morale quanto un cane in chiesa per alleggerire Mancino, è solo un equivoco, qualcosa costruito sul nulla. Anche perché attraverso Napolitano vengono custodite le vergogne della Repubblica che in fondo è il male minore. E poi le ombre sul presidente potrebbero mettere in crisi il suo governo Monti che è un altro male minore. Solo che facendo finta di considerare il Quirinale non solo al di sopra di ogni sospetto, ma anche di ogni giudizio per gli interventi sul caso Mancino e sulla "trattativa", per proprietà transitiva anche la mafia finisce per godere di questo status di intoccabilità.

Forse anche questo è considerato un male minore e si preferisce tacere, nascondersi dietro il silenzio, non firmare l'ennesimo documento per il quale molti "intellettuali" hanno sempre la penna a portata di mano. Quando uno dei mali peggiori, viene considerato minore, significa che nessuna speranza, nessuna vera prospettiva potrà venire dall'ambito del silenzio. che un'epoca è davvero finita, anche se si tenta di non farlo sapere.

Alberto Capece Minutolo

il simplicissimus